By: sineforma.it On: Luglio 06, 2017 In: Associazione, Eventi Comments: 0

“LA BOHEME E I BOHEMIENS” un racconto in musica tratto da “Giacomo Puccini intimo” di Guido Marotti

gio 20 lug 2017 ore 21.30. ingresso gratuito
Porto Recanati, Piazzetta del Borgo Marinaro

 

Jesi, 6 luglio – Per la Rassegna “Classica al Porto” organizzata dal Comune di Porto Recanati, il 20 luglio andrà in scena a Porto Recanati nella suggestiva cornice della Piazzetta del Borgo Marinaro (ore 21.30 ad ingresso gratuito) lo spettacolo “La Boheme e i bohemiens”, progetto nato in collaborazione tra l’Associazione Sineforma, l’Associazione Amici della Lirica “Franco Corelli” di Ancona e il Museo Tattile Statale Omero di Ancona in occasione della Biennale Arteinsieme nel 2015. Vestirà i panni di Mimì il soprano calabrese Annalisa Sprovieri e quelli di Rodolfo il tenore anconetano Augusto Celsi; la voce narrante e’ dell’attrice Rosetta Martellini che ha curato anche i testi insieme a Roberta Mori, mentre l’ensemble strumentale e’ composto da Simone Grizi al violino, Michele Scipioni al clarinetto con la partecipazione straordinaria del direttore d’orchestra portorecanatese David Crescenzi al pianoforte. Progetto ed elaborazione grafica di Louise Bull.

Spettacolo organizzato dal Comune di Porto Recanati all’interno della Rassegna “Classica al Porto”.

continua

 


N NOTE AL PROGRAMMA

Nel giugno 1891 Giacomo Puccini aveva appena preso dimora con la famiglia sul lago di Massaciuccoli. Lui, insieme ad altri artisti – soprattutto pittori – attratti dalla bellezza ancora incontaminata della palude si stabili sulle sponde del lago creando una comitiva di artisti che elesse una capanna di legno come luogo di ritrovo e taverna per dedicarsi a iniziative ludiche, artistico-musicali e venatorie.

“La Bohème e i Bohémiens” è la storia di questa comitiva, una storia che nasce dal testo “Giacomo Puccini intimo” (Ed. Vallecchia 1943) di Guido Marotti (frequentatore dell’allegra brigata, nonché amico e segretario personale di Puccini). E’ un racconto curioso e sorprendente delle vicissitudini del piccolo gruppo di bohémiens artisti, scrittori e pittori – e altri amici “artisti” di caccia e pesca – che, come Puccini, cercavano a Torre del Lago pace e tranquillità per dedicarsi alle loro rispettive muse.

Era il 1895 e Puccini stava lavorando ad una nuova opera lirica. Nel tempo libero raggiungeva i suoi amici nella “Capanna di Giovanni”, il ciabattino del luogo, detto dalla brigata “gambe di merlo”. Nella capanna mangiavano, bevevano, chiacchieravano e giocavano a carte, ma non fu per sempre così: Giovanni emigrò in Sudamerica e il ritrovo cambiò nome…


 P PROTAGONISTI

 

Foto-Sprovieri-Celsi-Martellini-bnFoto-Grizi-Scipioni-Crescenzi-bn

ANNALISA SPROVIERI Mimi’                                     SIMONE GRIZI violino

AUGUSTO CELSI Rodolfo                                          MICHELE SCIPIONI clarinetto

ROSETTA MARTELLINI voce narrante                     DAVID CRESCENZI pianoforte

 


R ROSETTA MARTELLINI

Attrice, regista, autrice, docente. Lunga la collaborazione con il Teatro Stabile delle Marche sia come attrice che come docente di dizione e recitazione. Lavora con registi come Giampiero Solari. Cherif, Giles Smith, Claudio Collovà, Luigi Moretti. Partecipa ad importanti festival di teatro come il festival Internazionale di Polverigi, Festival Kals’art di Palermo e il Festival Unidram di Postdam-Berlino. Vince il premio “Marchigiano dell’anno per il Teatro” (2001) e il “Premio Creativamente” (2009). Da sempre attenta al mondo femminile ha portato in scena spettacoli dedicati a Paolina Leopardi, Dolores Prato, Joyce Lussu, Sibilla Aleramo.

A ANNALISA SPROVIERI

Dopo essersi diplomata in pianoforte consegue a pieni voti il diploma in canto presso il Conservatorio di Cosenza sotto la guida del M°Maria Carmela Conti. Si è perfezionata presso l’Accademia “G. Frescobaldi” di Ferrara con il M° A. Billard e con il M° E. Ferrari ed ha partecipato a corsi di perfezionamento con il M° C. Desderi, con il tenore Nazareno Antinori , ed i soprani Gabriella Tucci , Marinella Meli e Dimitra Theodossiou. Attualmente studia con il M° Carmelo Corrado Caruso.

Premiata in numerosi concorsi internazionali quali il “Città di Terni”, “Ruggero Leoncavallo’’, “Roma Festival” e “Francesco Albanese”, ha collaborato con prestigiosi complessi cameristici italiani come “L’ Estro Armonico” ed orchestre italiane come la “Città di Ferrara” (Stabat Mater di G.Rossini) ed estere come la Filarmonica Moldova di Iasi. Svolge un’intensa attività concertistica che l’ha vista protagonista in numerosi teatri tra i quali il “Rendano” di Cosenza, “Grande” di Brescia, il “Persiani” di Recanati, “Romano” di Catania e “Sferisterio” di Macerata. Accosta al repertorio romantico e verista pagine di rarissimo ascolto, ottenendo sempre un notevole successo di critica e di pubblico.

Nel 2005 debutta con Lola nella Cavalleria Rusticana e nella Contessa delle Nozze di Figaro di Mozart sino alle recenti esibizioni nel Rigoletto (Contessa di Ceprano) al Rendano di Cosenza e al Teatro Antico di Taormina, Kate Pinkerton nella Madama Butterly del circuito lirico lombardo e debutta i ruoli di Nedda ne I Pagliacci al Teatro Dante di Palermo, Santuzza nella Cavalleria Rusticana di Mascagni e Floria Tosca nell’omonima opera pucciniana al Teatro Camillo Ferrari di Montecassiano (MC). Il 2017 l’ha vista impegnata in Tosca presso il Teatro Alaleona di Montegiorgio (FM) e al Teatro Rendano di Cosenza nella prima assoluta de “Francesco De Paula” di F. Perri dove ha interpretato il ruolo di Vienna Da Fuscaldo riscuotendo un importante successo personale.

A AUGUSTO CELSI

Studia tecnica vocale con i Maestri Mauro Trombetta, William Matteuzzi, il tenore Giorgio Merighi ed il soprano Licia Albanese. Debutta a Seoul nella Tosca di Puccini Carroli-Marrocu (nel ruolo di Cavaradossi) che riprenderà in Italia a Brindisi, San Severo e Barletta con l’Impresa Gitto. Direttore d’orchestra Maestro Serenelli Riccardo. Debutta a Stoccarda nella Traviata di Giuseppe Verdi (nel ruolo di Alfredo) che riprenderà a Francoforte con l’Impresa Euromusica di Loretta Braschi. Nel 2004 è nel cast di Aida di Giuseppe Verdi al Palasport P.B.A. di Pesaro (nel ruolo di Radames) con l’Impresa Euromusica di Loretta Braschi. Sempre nel 2004, debutta a Cattolica in Cavalleria Rusticana (nel ruolo di Turiddu) che riprenderà a Jesolo (VE) con la Fondazione Arena di Verona e nel 2006 a Ferrara con il soprano Cristina Osti. Nel 2004 debutta ne il Trovatore di Giuseppe Verdi (nel ruolo di Manrico) a Vercelli e Torino (Teatro Nuovo) con Fernanda Costa poi nel 2005 a Ponte di Legno (Ponte di Legno Opera Festival) e a Fondo. Nel 2006 ha debuttato nella Lucia di Lammermoor (nel ruolo di Edgardo) con il Coro Bellini di Rimini. Dal 2002 collabora con l’Accademia “Beniamino Gigli” di Monterubbiano (Fermo) nell’allestimento di selezioni d’opera in forma scenica: Bohème (nel ruolo di Rodolfo), Traviata (nel ruolo di Alfredo), Madama Butterfly (nel ruolo di Pinkerton), Tosca (nel ruolo di Cavaradossi). Partecipa al corso per la messa in scena di due recite di Bohème (nel ruolo di Rodolfo) all’accademia di Cagli, andate in scena nel 2003. Ha cantato due selezioni di Andrea Chenier a Mantova e Imperia. Nel 2006 debutta nel “Requiem” di Mozart a Pesaro e San Ginesio (Mc) sotto la guida del maestro Renili.

Nel 2010 ha debuttato la Carmen di Bizet (nel ruolo di Don Jose’) a Giovinazzo e Locorotondo in Puglia con il baritono Antonio Stragapede. Nello stesso anno debutta la Vedova Allegra. Sempre nel 2010 partecipa al progetto “Villa in Canto” al museo Colloredo di Recanati con il maestro Riccardo Serenelli dove debutta L’Elisir d’Amore e riprende la Bohème e la Carmen. Nel 2011 riprende “il Magnificat” di L.Vecchiotti nella Basilica di Loreto accompagnato dal maestro Padre Viabile. Nello stesso anno ha cantato una selezione della “Madama Batterfly” presso il giardino di palazzo dalla Casa Piccola di Recanati, omaggio a Beniamino Gigli con il tenore Antinori Nazzareno. Ha cantato in prima assoluta l’opera lirica “Nadeya” in due quadri di Cesare Rossi.

Nel 2013 è nuovamente nel ruolo di Nemorino al Teatro Serpente Aureo di Offida. Nel 2014 debutta Bohème al teatro Serpente Aureo di Offida nel ruolo di Rodolfo. Nel 2016 era nel cast del Trovatore, allo Sferisterio di Macerata, nel ruolo di Manrico sotto la direzione del Maestro Daniel Oren. Per l’evento “La Notte dell’Opera” 2015 di Macerata ha cantato, a chiusura della manifestazione, sul balcone della prefettura “La Donna è Mobile”. Stessa loggia sulla quale si esibì Beniamino Gigli nel 1929. Ha inoltre in repertorio l’aria del tenore italiano “Der Rosen Kavalier” di R. Strass,e la versione tedesca de “la forza del destino” di Giuseppe Verdi.

D DAVID CRESCENZI

E’ al contempo direttore d’orchestra, pianista e direttore di coro, ha iniziato i primi studi presso il Conservatorio di Fermo, diplomandosi successivamente in Strumentazione per Banda, Musica Corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro. Per diversi anni è stato assistente e collaboratore di Alessio Vlad e allievo di Gustav Khun col quale ha frequentato dal 1993 al 1996 i Corsi di perfezionamento “I Pomeriggi Musicali” di Milano. La sua attività ormai ventennale, lo ha portato a cimentarsi dapprima come pianista accompagnatore e maestro sostituto nei vari Teatri, Festival lirici e attualmente come Direttore d’orchestra e Maestro di Coro sia in Italia che all’estero.
Tra gli impegni più significativi è bene ricordare la sua collaborazione col Teatro dell’Opera de Il Cairo in Egitto dove, in qualità di direttore ospite tra il 1998 ed il 2003, ha diretto “Il Barbiere di Siviglia”, “L’Occasione fa il ladro”, “La cambiale di Matrimonio”, “Il Signor Bruschino” di G.Rossini, “L’Elisir d’Amore” di Donizetti, “Tosca” di Puccini e “Un Ballo in Maschera” di Verdi. Dal 1999 al 2001 è stato Maestro del Coro presso il Teatro Carlo Felice di Genova. Dal 2002 è  Direttore Ospite Principale presso il Teatro Nazionale di Timisoara dove ha diretto Tosca, Turandot, Boheme e Madame Butterfly di Puccini, Aida, Il Rigoletto, LaTraviata, Nabucco, Il Trovatore, Otello e Un Ballo in Maschera di Verdi, Carmen di Bizet, Cavalleria Rusticana di Mascagni, Pagliacci di Leoncavallo e Barbiere di Siviglia di Rossini.
Nella Stagione 2004/05 è Maestro del Coro presso il Teatro San Carlo di Napoli. Ha collaborato con musicisti solisti di fama internazionale quali Francesco Manara e Simonide Braconi, rispettivamente primo violino e prima viola del Teatro Alla Scala di Milano e  il celebre flautista francese Maxence Lauriell. Per due edizioni (2004/2005) ha diretto la finale del Concorso Pianistico Nazionale del premio “Coppa Pianisti” di Osimo e nel 2005 e 2006 ha diretto il concerto finale del Concorso Internazionale Violinistico “Premio Postacchini” presso la città di Fermo.

Nell’aprile del 2006 inizia la sua collaborazione con l’Opera di Bucarest, per la  quale ha diretto Rigoletto e successivamente Le Nozze di Figaro di Mozart. Nel settembre del 2007 è invitato a dirigere Tosca al Festival Internazionale “G.Enescu” di Bucarest, con un cast  che vedeva protagonisti il soprano tedesco Nadja Michael, il tenore Francisco Casanova e il baritono Franz Grundherberg.

Nella Stagione 2008/’09 ha diretto la Carmen di Bizet presso il Teatro della Fortuna di Fano, il balletto “Rossini Cards” al Teatro delle Muse di Ancona, con L’Ater Balletto di Reggio Emilia, Otello e Un Ballo in Maschera presso l’Opera Nazionale Rumena di Cluj e ancora Otello presso il vecchio Bolshoy di Mosca. Per svariati anni ha preso parte al Festival Internazionale di Timisoara, dove ha diretto Il Barbiere di Siviglia con il baritono Domenico Balzani, La Traviata col soprano Elena Mosuc, Norma di V. Bellini col soprano Nelly Melicioiu, e Nabucco col baritono Carlos Almaguer. Nel 2008 ha inaugurato la Stagione Lirica dello Sferisterio Opera Festival dirigendo la Cleopatra di Lauro Rossi in prima mondiale in epoca moderna, con la regia di Pier Luigi Pizzi e col Soprano Dimitra Theodossiu protagonista.

Nella Stagione 2009/2010, invitato nuovamente all’Opera di Cluj, ha diretto Rigoletto, Aida e all’Opera di Timisoara ha diretto in forma di concerto Adriana Lecouvreour di Cilea con Nelly Melicioiu e Marianne Cornetti, una nuova produzione di Traviata e Gianni Schicchi con Alberto Rinaldi. Successivamente ha effettuato una tournè di Aida in Olanda e di Trovatore in Germania con la Bergische Symphoniker Orchestra. Nel  2011 ha diretto presso l’opera di Budapest l’Attila di Verdi con protagonista il basso Roberto Scandiuzzi. Al Festival Estivo di Praga, nell’agosto 2011, ha diretto  La Traviata, Nabucco e Turandot. Nella Stagione Sinfonica 2011/12 della Filarmonica Marchigiana, ha diretto un ciclo di concerti presso il Teatro delle Muse di Ancona, Teatro Rossini di Pesaro, Teatro dell’Aquila di Fermo e Teatro Gentile di Fabriano, avendo come solista il celebre violinista Uto Ughi. Invitato presso il  Solothurn Opena Air Festival (Svizzera tedesca), vi ha diretto Il Barbiere di Siviglia, La Traviata, Otello e due Galà Lirici.

Dal 2006 è il Direttore del Coro “V.Bellini” di Ancona con il quale lavora presso il Teatro Pergolesi di Jesi, Teatro delle Muse di Ancona e Arena Sferisterio di Macerata. In qualità di Maestro del Coro ha collaborato con direttori quali, Callegari, Bartoletti, Santi, Campanella, Frizza, Arrivabeni, Mariotti, Renzetti, Jurowsky, Bertini. E registi come, Pizzi, De Hana, Abbado, Grazioli, Pier’Alli,  Montressor, Cavani e Ferretti. Negli ultimi anni è stato ed è tuttora direttore Musicale dei Teatri di Timisoara, Bucarest e Iasi in Romania, e attualmente Direttore Artistico del Teatro de Il Cairo in Egitto.
Infatti dal 2013 è Direttore Ospite Principale della Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio di Bucarest, per la quale ha diretto il Don Carlo di Verdi in forma di concerto,  un Galà Lirico in occasione del Festival Internazionale “G.Enescu”.
Sempre nel 2013 ha diretto all’Opera Rumena di Cluj una nuova produzione di Don Carlo e del Trittico Pucciniano.
A Macerata presso l’Arena Sferisterio ha diretto nel 2014 il Gala per i 50 anni della Sferisterio, dove per l’occasione parteciparono oltre 1600 coristi da tutte le Marche. Dirige sempre allo Sferisterio, la  Bohème con la celebre soprano Carmela Remigio. In occasione dell’inaugurazione del raddoppio del Canale di Suez dirigerà l’Aida al Cairo e il Rigoletto a Locri.

Nel 2015 dirige  all’Opera Nazionale di Timisoara la Norma, La boheme, Il barbiere di Siviglia, L’Aida, La Turandot, Le nozze di Figaro e la Tosca che eseguirà anche a Brasov. Nel 2016 All’Opera Nazionale di Timisoara, dirige   Il Rigoletto, La Cavalleria Rusticana, l’Adriana Lecouvreur, La Traviata,  Un ballo in Maschera, I Pagliacci, il Simon Boccanegra, Madama Butterfly, Nabucco e l’Aida. Al Deutsche Oper am Rhein, Dusseldorf dirige L’elisir d’amore e al Cairo ancora L’Aida.

slide1bis-home-sineforma